ROTER SCHNEE

Roberto Paci Dalò / Giardini Pensili
performance / live set

da Heiner Müller
Leben Gundlings Friedrich von Preußen
Lessings Schlaf Traum Schrei

con Roberto Paci Dalò e Giacomo De Luca


Milano, Uovo Performing Arts Festival
30 aprile 2009, ore 21.15

prima assoluta


idea, musica, spazio, regìa
Roberto Paci Dalò
immagini Giacomo De Luca, Roberto Paci Dalò
live video mixing Giacomo De Luca
mixer luci Ambra Galassi

voci Heiner Müller, Henning Rischbieter
e i bambini Karim Shali, Victor Balludi, Akira Karim Khani

sculture Laboratorio dell'Imperfetto
performer in video Maria Eugenia Rivas Medina
collaborazione alla drammaturgia Enrico Pitozzi
cura Ambra Galassi
immagini girate a Berlino e Napoli

coproduzione Giardini Pensili, Internationale Heiner Müller Gesellschaft in collaborazione con Uovo Performing Arts Festival, O', Fondazione Morra, Velvet Factory

con il supporto di Provincia di Rimini, Regione Emilia Romagna, Accordo di Programma Quadro - GECO - Ministero della Gioventù

distribuzione DigiMade


Che l'importanza sia nel tuo sguardo, non nella cosa guardata. (...) I nostri atti s'apprendono a noi come fosforo il suo bagliore. Ci consumano, è vero, ma fanno il nostro splendore. André Gide


Dopo l'anteprima a Berlin-Lichtenberg il 27 gennaio 2006, all'interno di "Heiner Müller. Werkstatt. Leben Gundlings Friedrich von Preußen Lessings Schlaf Traum Schrei" (a cura di Klaudia Ruschkowski e Wolfgang Storch) viene ora presentato in prima assoluta a Milano Roter Schnee (“Neve rossa”) a partire da testi di Heiner Müller.

Non certo una nuova forma bensì il formato live set pensato come vero e proprio accadimento scenico inscritto in una drammaturgia dello spazio, del suono e della parola.

Per l'occasione lo spazio di O' diventa un luogo fluido e nebbioso dal quale emergono alcuni elementi scenici in forma animale. Bianco su bianco dal quale appaiono le immagini proiettate su più superfici e dove all'architettura dello sguardo si sovrappone l'architettura invisibile del suono.

Similmente a una delle pagine manoscritte di Heiner Müller, Roter Schnee è un campo elettrico. Luogo attivato dalla storia e dalle persone. Una stazione ricetrasmittente, dispositivo che crea vibrazioni, scariche, lampi, bagliori, ombre, cadute, mancamenti tra interno e esterno. Luogo alchemico dove i materiali si trasformano.

Uno stato sospeso, allucinatorio, dove si incontrano più tempi. Luogo biografico come autobiografico è, in taluni punti, Leben Gundlings: «Ich bin 47 Jahre alt».


Roberto Paci Dalò / Giardini Pensili
Artista, regista e filmmaker, musicista, Roberto Paci Dalò ha studiato arti visive e musica a Ravenna e Fiesole. Dirige dal 1985 la compagnia Giardini Pensili con la quale presenta i suoi progetti tra Europa, Russia, Americhe e Medio Oriente nei principali festival, musei, teatri e come progetti site specific. Il suo lavoro è stato sostenuto tra gli altri da John Cage e Aleksandr Sokurov. Al centro del lavoro il rapporto tra suono e immagine, la relazione tra memoria e modernità, l'investigazione sul linguaggio. Pioniere nell’utilizzo dell'Internet e dell’integrazione tra tecnologie analogiche e digitali, ha realizzato e presentato opere radiofoniche e telematiche commissionate da vari enti radiotelevisivi europei. Membro della Internationale Heiner Müller Gesellschaft di Berlino. Nel 1993 Premio Berliner Künstlerprogramm des DAAD. Tra le opere recenti l'installazione video-suono “Atlas of Emotion Stream” commissionata dal PAN Palazzo delle Arti di Napoli, il ciclo di spettacoli “L'assedio delle ceneri” (Napoli Teatro Festival Italia), il film “Nitschland Napoli” (ora parte della collezione permanente del Museo Nitsch di Napoli), il libro “Millesuoni. Deleuze, Guattari e la musica elettronica”, il disco “Sparks” (Palazzo delle Papesse di Siena). Direttore artistico di Velvet Factory – space for the arts (Rimini). Ha insegnato presso l'Università d Siena e collabora con università in Italia e Canada. Il suo lavoro espositivo è rappresentato dalla Fondazione Morra di Napoli. È nato a Rimini e cresciuto sul Lago di Garda. Ha vissuto a Berlino e Roma. Attualmente vive e lavora tra Rimini e Napoli con residenze a Vancouver.

http://giardini.sm

© Margit Broich[1][3] Heidi Paris/Merve Verlag[2][4]

< ZURÜCK